40 anni di Bioflorin®: un microorganismo pioniere dalla tradizione svizzera

Bioflorin® compie gli anni! È da ben 40 anni, infatti, che questo probiotico per tutta la famiglia è sul mercato. La sua storia di successo, però, ha inizio addirittura dieci anni prima. Vediamo com’è andata.

È l’anno 1968. Nelle feci di neonati sani e alimentati con latte materno viene scoperto il ceppo di enterococchi della specie Enterococcus faecium. La particolarità? A differenza degli altri batteri intestinali, quelli di questo ceppo presentano qualità cliniche interessanti perché sono in grado di inibire la produzione di altri microorganismi patogeni che abitano l’intestino.

Un altro aspetto degno di nota è che il ceppo appartiene al gruppo dei microorganismi pionieri, ovvero è uno dei lactobacilli "della prima ora", vale a dire quei batteri che vengono trasmessi al bambino attraverso il latte materno e preparano lo sviluppo di una flora intestinale sana e stabile nel neonato.

Questo ceppo è stato subito isolato in coltura pura e posto in una speciale raccolta di ceppi madre. È così che sono state poste le basi per l’agente probiotico dell’odierno Bioflorin®: l’Enterococcus faecium SF68®.

La produzione del primo probiotico farmaceutico è stata avviata nel 1976 inizialmente dalla ditta Bioferment S.A. che, in collaborazione con l’azienda farmaceutica Giuliani S.A. di Lugano, ha trasformato l’agente probiotico SF68® nel prodotto che è oggi.

1979: nasce Bioflorin®! In quell’anno il farmaco arriva sul mercato svizzero. In contemporanea viene lanciato anche in altri paesi tra cui l’Italia, l’Austria e persino la Corea del Sud. In Svizzera Bioflorin® è stato commercializzato dall’azienda farmaceutica Giuliani per 18 anni fino al 1997. Dopo la commercializzazione dei prodotti di Giuliani Svizzera a Synthélabo, la realizzazione del prodotto finito viene trasferita in Spagna, mentre il principio attivo SF68® continua ad essere prodotto nella sede di Lugano da “Bioferment” che nel frattempo è divenuta una divisione di Cerbios-Pharma S.A.

Anni ’80 e’90: dalla sua scoperta, il ceppo batteriologico non è mai stato modificato geneticamente e ogni lotto di fabbricazione viene realizzato utilizzando la "coltura madre", che di conseguenza è presente ancora oggi nella sua forma originaria e naturale all’interno di Bioflorin®. È così che nelle famiglie svizzere il microorganismo pioniere si è sempre dimostrato un valido alleato in caso di diarrea. Questo probiotico si distingue per l’ottima tollerabilità, tanto che ad oggi non si conoscono effetti indesiderati. Bioflorin® è indicato per il trattamento della diarrea e per la rigenerazione della flora intestinale.

Nel 1999 Synthélabo si è fusa con l’azienda farmaceutica Sanofi. Bioflorin® è quindi entrato nella gamma di prodotti Sanofi, divenuta Sanofi-Aventis nel 2005.

2008 Swiss Made al 100%: da allora, a Lugano (TI), la Cerbios-Pharma SA, azienda specializzata in biotecnologie, si occupa della produzione del probiotico a partire dal principio attivo fino al prodotto finito.

Dal 2015 Bioflorin® è disponibile in doppia confezione. Grazie al suo principio attivo completo, Bioflorin® supporta l’equilibrio intestinale, rigenera la flora in caso di alterazioni e contrasta la proliferazione dei germi patogeni.

A 40 anni di distanza guardiamo con orgoglio all’innovativa storia di successo di Bioflorin® e con entusiasmo a un futuro promettente. La garanzia della tradizione svizzera per un buon equilibrio della flora intestinale per tutta la famiglia.