Equilibrio della flora intestinale: la difesa immunitaria è una questione di pancia

Intestino sano, organismo sano? Chi supporta la sua flora intestinale rinforza anche il suo sistema immunitario. Intestino e sistema immunitario sono, infatti, strettamente collegati tra loro. L’intestino non solo è il principale organo della digestione nell’uomo, ma contribuisce anche in maniera determinante alle difese immunitarie dell’organismo.

Circa il 70% di tutte le cellule immunitarie dell’organismo è situato nell’intestino. Ciò significa che la maggior parte delle reazioni difensive del sistema immunitario avviene proprio qui.

L’intestino dispone di tre meccanismi di difesa:

  • la mucosa intestinale,
  • la flora intestinale e
  • il sistema immunitario associato all’intestino (in ingl. GALT - gut-associated lymphoid tissue).
Insieme, queste tre componenti formano la barriera intestinale.

La barriera intestinale: la triplice difesa dell’organismo

La mucosa intestinale è densamente popolata da microrganismi utili. Questi occupano talmente tanto spazio da non lasciare posto per i microrganismi patogeni. Inoltre, uno strato di muco ostacola l’attecchimento dei patogeni.

La flora intestinale comprende tutti i microrganismi presenti nell’intestino. Se è in equilibrio, è costituita da una moltitudine di batteri utili che svolgono compiti importanti, come ad esempio la digestione e la produzione di vitamine (come la biotina, l’acido folico e le vitamine B2, B12 e K). Il solo fatto di essere così numerosi impedisce ai batteri patogeni di insediarsi. All’occorrenza, questi microrganismi possono persino produrre sostanze antibatteriche.

Il termine sistema immunitario associato all’intestino descrive l’enorme concentrazione di cellule immunitarie nell’intestino. Queste cellule sono prodotte dai linfonodi situati nella mucosa intestinale. Queste cellule immunitarie “indipendenti” (linfociti) costituiscono il “sistema di autodifesa” del nostro organismo. Quando riconoscono un patogeno, i linfociti producono anticorpi, che possono inviare, tramite il sistema linfatico, addirittura in ogni parte dell’organismo - ovunque ce ne sia bisogno in qualsiasi momento. Inoltre, il sistema immunitario associato all’intestino, o in breve GALT, è a stretto contatto con la flora intestinale.

Alterazioni della flora intestinale e indebolimento delle difese immunitarie

Se l’equilibrio della fragile flora intestinale viene alterato, ciò può avere conseguenze sul sistema immunitario. Questo perché, accanto ai numerosi batteri utili, la flora intestinale sana ospita anche germi che, in determinate circostanze, possono essere patogeni. La loro presenza nell’intestino è del tutto normale e importante, anzi: è auspicabile che l’intestino ospiti la varietà di batteri più ampia possibile. Tuttavia, se il numero dei batteri potenzialmente patogeni aumenta, ciò influisce sull’importante e bilanciata varietà dei batteri e la flora intestinale può perdere il proprio equilibrio.

Se i patogeni sono presenti in quantità considerevoli, è possibile che i batteri “buoni” non riescano più a proteggere la mucosa intestinale. È allora che i patogeni possono insediarsi e persino penetrare nella mucosa intestinale. La mucosa intestinale ospita i linfociti che producono le cellule immunitarie. I patogeni rappresentano una potenziale minaccia per questi linfociti. Spesso è così che un sistema immunitario già indebolito non è più in grado di opporsi a questi patogeni.

I segni di indebolimento del sistema immunitario
Un’alimentazione sbilanciata, lo stress o anche la mancanza di sonno sono fattori che usurano le difese immunitarie dell’organismo. I segni di un indebolimento del sistema immunitario possono essere stanchezza, spossatezza o apatia croniche. Le infezioni sono più frequenti e la guarigione può richiedere più tempo del solito.

Flora intestinale e sistema immunitario sono fortemente interconnessi. Anche uno squilibrio del sistema immunitario può quindi a sua volta dare origine a malattie intestinali. E non solo questo: gli squilibri del sistema immunitario possono essere associati anche ad altre malattie, ad es. malattie neurologiche, reazioni improprie del sistema immunitario (allergie e malattie autoimmuni, risposta immunitaria indebolita) o disturbi del metabolismo. In generale, le disfunzioni del sistema immunitario possono anche essere associate alla presenza di squilibri della flora intestinale.

Gli squilibri della flora intestinale possono essere dovuti a fattori interni ed esterni. Per esempio, l’assunzione di antibiotici è spesso causa di squilibri. Gli antibiotici, infatti, non distinguono tra patogeni e batteri propri dell’organismo. L’assunzione di antibiotici quindi uccide parte dei batteri “cattivi”, ma anche di quelli “buoni”. E allora che fare? Ripristinare l’equilibrio della flora batterica, per proteggere anche il sistema immunitario.

Squilibri della flora intestinale: cause e suggerimenti

Proprio come per le cause, anche i segni degli squilibri della flora intestinale possono essere molto diversi. Esistono diversi modi per prevenire gli squilibri della flora intestinale o supportare la terapia, come per esempio uno stile di vita sano, con un’alimentazione equilibrata ed attività fisica sufficiente. Inoltre una flora intestinale alterata può essere rigenerata con l’assunzione di probiotici.* E se la flora intestinale è in equilibrio, a trarne vantaggio sarà anche il sistema immunitario proprio dell’organismo.

Cause degli squilibri della flora intestinale:

  • Stile di vita inadeguato: alimentazione sbilanciata, stress, mancanza di sonno, attività fisica insufficiente
  • Età
  • Alcune malattie, per es. infezioni pregresse*, alcuni disturbi metabolici
  • Assunzione di medicamenti*, per es. antibiotici, ma anche psicofarmaci o altre sostanze (stupefacenti)

Supporto e prevenzione: suggerimenti per l’equilibrio della flora batterica

  • Seguire una dieta sana e varia, con un sufficiente apporto di liquidi, di principi nutritivi e di alimenti come fonte di fibre vegetali
  • Sonno regolare e sufficiente
  • Regolare attività fisica
  • Evitare l’assunzione di medicamenti non necessari*
  • In caso di disbiosi, ricorrere ai probiotici (per es. Bioflorin®): rigenera e riequilibria la flora intestinale alterata.

Queste informazioni non possono mai sostituire una visita medica.

*In caso di domande, consulti il suo medico, farmacista o droghiere.

Volete ricevere maggiori informazioni sul sistema immunitario?

Guardate i nostri video esplicativi

Ceci pourrait aussi vous intéresser :

(MAT-CH-2002679 – 1.0 – 11/2020)